Orario delle Messe Archivio Album Calendario Info
Ci scrive don Pascal - Febbraio 2017

Finalmente, dopo un ritorno in Senegal alquanto movimentato, ho potuto sistemare le cose. Non è stato facile recuperare al porto la macchina che avevo spedito. Per di più tante cose sono state rubate, cose che in seguito ho dovuto ricomprare. Meno male che avevo ancora qualche soldo di quelli che tu, don Marco, mi avevi dato e qualche regalo ricevuto da parte di alcuni parrocchiani.

Adesso tutto è sistemato. La macchina sembra completamente nuova. Tutto va bene.

Mi dispiace, don Marco, che le tue mail sono rimaste senza risposta. Ho dovuto bloccare tutti i miei indirizzi quando mi hanno rubato il cellulare. Adesso per prudenza ho cambiato tutto. Mi manca la parrocchia San Saturnino. Qui sono vice-parroco in una parrocchia semirurale molto povera che si chiama Notre Dame de Lourdes. Quante sfide! Una chiesa piccolissima che non contiene i fedeli. Ho male al cuore la domenica quando tanti si mettono dietro le finestre per poter ascoltare ciò che dice il prete. Una cosa inaudita, una sfida. La parrocchia accoglie anche ragazzi e ragazze i cui genitori hanno difficoltà. Così vanno a scuola dalle suore di Cristo Re. Un modo di aiutare le famiglie cristiane povere dei villaggi e di assicurare la catechesi e la formazione dei loro figli. Una cosa importante per il futuro della nostra chiesa locale.

Penso anche tanto a voi e a tutte le vostre sfide. Come prosegue il progetto della casa famiglia? Come stanno i ragazzi africani? La catechesi dei giovani, degli adulti, dei bambini? Mi manca il confessionale. Conservo tanti bei ricordi. Ma torno da voi durante l'estate se vi serve un aiuto.

Non abbiamo ancora un vescovo. Tutti sono stanchi di aspettare. Speriamo di averlo prima del nuovo anno. Vediamo. Pensate alla nostra diocesi nelle vostre preghiere. 

Saluto le pie donne, gli anziani e i malati. Penso al mio amico Aldo. Saluti a Daniela, non dimentico i buoni piatti. Saluti ai confratelli don Andrea, Modesto e Luis e, naturalmente, a te don Marco...

 
Pagina iniziale